logo

I.C. "G. Rodari – D. Alighieri"

Via A. Pende, 2 – 70010 Casamassima (BA)

VISTO il DPCM 02/03/2021 (art. 21 e art.43);

VISTA la nota MI n. 10005 del 07/03/2021 avente ad oggetto: “decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 2 marzo 2021 e nota prot. AOODPIT del 4 marzo 2021, n. 343. Chiarimenti.” che esplicita le deroghe possibili nelle “zone rosse” e nelle zone diverse da quelle “rosse”, in base al potere di ordinanza delle Regioni e delle Autorità locali, a partire dalle diverse specifiche situazioni epidemiologiche;

VISTO il Decreto MI n. 39 del 26-06-2020 “Adozione del Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2020/2021.”, cosiddetto “Piano scuola 2020-2021;

VISTA L’Ordinanza Regionale n. 74 del 02/03/2021, recante “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”   che all’art. 3 detta disposizioni in ordine all’attività didattica per il territorio delle province di Bari e Taranto con decorrenza da domani 12 marzo fino a tutto martedì 6 aprile 2021.

CONSIDERATA la Direttiva ministeriale 27 dicembre 2012 “Strumenti d’intervento per alunni con bisogni educativi speciali – BES” in cui viene data la definizione di BES.

Bisogni Educativi Speciali (BES): L’area dello svantaggio scolastico è molto più ampia di quella riferibile esplicitamente alla presenza di deficit. In ogni classe ci sono alunni che presentano una richiesta di speciale attenzione per una varietà di ragioni: svantaggio sociale e culturale, disturbi specifici di apprendimento e/o disturbi evolutivi specifici, difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse. Nel variegato panorama delle nostre scuole la complessità delle classi diviene sempre più evidente. Quest’area dello svantaggio scolastico, che ricomprende problematiche diverse, viene indicata come area dei Bisogni Educativi Speciali (in altri paesi europei: Special Educational Needs). Vi sono comprese tre grandi sotto-categorie: quella della disabilità; quella dei disturbi evolutivi specifici e quella dello svantaggio socio-economico, linguistico, culturale.

SI COMUNICA

che, a seguito dell’ordinanza n. 74/2021 del Presidente della Regione Puglia lo svolgimento delle attività scolastiche e didattiche delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° grado saranno svolte esclusivamente con modalità a distanza da domani 12 marzo fino a tutto martedì 6 aprile 2021 ad esclusione delle esplicite deroghe previste dagli artt.  3.1.a e 3.1.b:

  • 3.1.a: le attività in presenza possono essere scolte per l’uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali;
  • 3.1.b: le Istituzioni Scolastiche attiveranno le disposizioni del Piano Scuola 2020/2021, nella parte in cui prevedono che vada garantita anche la “frequenza scolastica in presenza… degli alunni e studenti figli di personale sanitario, o di altre categorie di lavoratori, le cui prestazioni siano ritenute indispensabili per la garanzia dei bisogni essenziali della popolazione” secondo quanto indicato dalla nota del Ministero dell’Istruzione n. 1990/2020, “nell’ambito di specifiche, espresse e motivate richieste e…anche in ragione dell’età anagrafica”;

Con riguardo alle deroghe previste all’art. 3.1.a, già da domani 12/03/2021 l’attività didattica in presenza sarà assicurata agli alunni con disabilità, agli alunni con BES e per lo svolgimento di laboratori individuali, senza necessità di produrre alcuna istanza da parte delle famiglie;

Con riguardo alle deroghe previste all’art. 3.1.b, si fa riserva di ulteriori disposizioni in attesa dei chiarimenti da parte degli organi superiori [1].

Con successiva comunicazione, saranno fornite indicazioni sull’organizzazione del servizio dal 15/03/2021 al 06/04/2021.

Nelle classi in cui vi sia anche un solo alunno che frequenta in presenza, i docenti curricolari e gli eventuali docenti di sostegno svolgeranno le attività didattiche da scuola.

[1] Si precisa che, pur essendo presente nel “Piano scuola 2020/2021” citato nell’art. 3.1.b,   la previsione di frequenza in presenza da parte “degli alunni e studenti figli di personale sanitario o di altre categorie di lavoratori, le cui prestazioni siano ritenute indispensabili per la garanzia dei bisogni essenziali della popolazione”, lo stesso documento aggiunge che “La circostanza di cui al presente paragrafo sarà regolata da apposito atto dispositivo”. Ma poiché tale atto dispositivo non è mai stato emanato, la norma citata risulta inapplicabile e, pertanto siamo in attesa dei necessari chiarimenti. In merito si sono già espressi gli UU.SS. RR. del Piemonte e della Lombardia, secondo i quali, in applicazione del DPCM del 2 marzo 2021 possono frequentare in presenza solo gli alunni e studenti diversamente abili e con Bisogni Educativi Speciali.

——————————

Allegati:

Circolare n. 189

Ordinanza regionale n. 74

 

11 Marzo, 2021

Pubblicato in: In primo piano, News